fond_Lagerstatten

MAZON CREEK - Carbonifero sup. 310Mda

Paleo_MazonCreek

MAZON CREEK 2 >>

MAZON CREEK 3 (vegetali) >>

Situato nel settore nord orientale dell’Illinois, nelle contee di Grundy, Will, Kankakee e Livingston, il lagesrtätten di Mazon Creek ha fornito una serie di fossilizzazioni uniche, aprendo una finestra sul Pennsilvaniano (Carbonifero superiore, ~310 milioni di anni fa) su un ambiente deltaico e costiero unici. La roccia madre è chiamata Francis Creek Shale ed è formata dall'alternanza di letti di carbone e scisti argillitici di spessore da 6 a 18m.Gli organismi che si rinvengono conservano ancora le parti molli, spaziando da meduse, a vermi, crostacei, pesci e numerosi vegetali. Alcuni esemplari rappresentano i primi ed unici organismi appartenenti a  taxa non ancora definiti. I fossili meglio conservati sono racchiusi in noduli di Siderite (Carbonato di Ferro) di grandezza variabile da 1 cm. ad una trentina di cm. con una grandezza media di 12-13 cm.; durante la prima diagenesi gli organismi intrappolati nei sedimenti hanno funzionato  da nuclei di accrescimento per la formazione di noduli di siderite (carbonato di ferro) tali e quali si rinvengono attualmente.Il processo di fossilizzazione é stato verosimilmente rapido ed in un ambiente con basso contenuto in ossigeno (ambiente anoxico); in alcuni casi é stata conservata la colorazione d’origine e la struttura tridimensionale dell’organismo.
Le collezioni più antiche di fossili risalgono alla metà dell'800 e la formazione è storicamente attribuita al Pennsylvaniano medio, ma in realtà va dal Westfaliano alla fine dello Stefaniano e probabilmente all'inizio del Permiano. L'ambiente era in prossimità dell'Equatore e della linea di costa e la situazione morfologica era simile all'attuale Sud della Louisiana. Si possono distinguere due principali biota: il Braidwood biota, caratterizzato essenzialmente da piante con vertebrati ed invertebrati generalmente di terraferma, e l’Essex biota, in cui si rinvengono in prevalenza invertebrati a corpo molle, tipici di ambiente deltizio. Ben noto é il giacimento del Peabody Coal Pit 11 in corrispondenza delle zone di scavo delle vecchie miniere di carbone abbondanti nell’area: cliccando sull’immagine a sinistra potrete scaricare il file .kmz da visualizzare su GoogleEarth e localizzante uno dei siti di estrazione.Il pit 11 attualmente é utilizzato come bacino di raffreddamento della vicina centrale nucleare di Braidwood, ma almeno un centinaio di località sono venute alla luce negli ultimi anni.. Attualmente piu’ di 50.000 specie differenti sono state classificate e collezionate nei principali musei del mondo

mazon_site
location_GE

I Policheti sono la classe filogeneticamente più antica del phylum degli Anellidi. Hanno un habitat essenzialmente marino ed il più grande numero di specie lo si ritrova negli Anellidi (più di 10.000 specie). Si differenziano dagli altri vermi in quanto possiedono una testa ben sviluppata, hanno come apparato locomotorio dei parapodia muniti spesso di setole (setae chitinose distribuite lungo tutto il corpo (segmentato)) e che  hanno anche funzione respiratoria (gills in inglese) ed dall'assenza di clitellum (sezione piu' spessa che si rinviene per esempio nel lombrichi ed in cui vengono deposte le uova). Si differenziano in due gruppi principali: i sedentari, fissati al substrato e tubicoli,  e gli erranti, generalmente predatori e muniti di forti mascelle o denti (vedi foto a destra tratta dal sito: http://bugs.bio.usyd.edu.au/Polychaetes/muscular_axial_proboscis.htm )
I Policheti sono presenti in diverse forme nel Lagerstätte di Mazon Creek.

polychaete_esempio
polychaete_mascella
Didontogaster

Il corpo segmentato di questo polichete possiede lobi accoppiati, chiamati parapodia,   che hanno dovuto avere una funzione locomotoria o respiratoria.
I parapodia presentano numerose setole che danno origine al nome di questa classe (Polychaeta significa infatti “molte setole”). Didontogaster si suppone fosse onnivoro scavatore come alcuni attuali policheti.
Il nome generico significa "uno stomaco due denti", in riferimento alla coppia di mascelle che l'organismo possiede.
Lunghezza: 5cm

Tipo: Anellida
Classe: Polychaeta
Ordine: Phyllodocemorpha
Didontogaster cordylina

Tipo: Anellida
Classe: Polychaeta
Ordine: Phyllodocemorpha
Family: Nephtyidae
Astreptoscolex anasillosus

Lunghezza dell’individuo: 7cm

astreptoscolex

Astreptoscolex era un'anellide mobile, predatore di piccoli invertebrati,  vissuto durante il Pennsylvaniano e si rinviene con una certa frequenza in questo lagerstätte. Molti esemplari conservano una coppia di denti conici siti in una posizione mediana della proboscide, differenti da quelli dei vermi attuali, tranne che per alcuni membri moderni della famiglia Nephtyidae. Il genere deriva dalla parola greca forinflexible, in riferimento alla relativa apparenza rigida dei fossili che si rinvengono.

Sovrapponete il mouse sull’immagine ingrandita per visualizzare l’immagine negativa del verme. Alcune caratteristiche (setole) appariranno meglio visibili.

Tipo: Anellida
Classe: Polychaeta
Ordine: Eunicida
Famiglia: Eunicidae
Genere: Esconites
Esconites zelus

worm

Non sono sicuro di questa classificazione, quindi é da prendere con relativa attenzione. Struttura elongata con numero di segmenti superiore a 30 e ben distinti, avente una dimensione di circa 3cm. Sono visibili le probabili antenne nella parte terminale (o palpi?). Secondo Thompson (1979) questa specie era predatrice, tipica dell’epifauna.

polychaete
polychaete2

Tipo: Anellida
Classe: Polychaeta
Ordine: Eunicida
Famiglia: Eunicidae
Genere: Esconites
Esconites zelus


 

jaws

Il numero di segmenti elevato (maggiore di venti)
Sono ben marcate le setole ed i segmenti che caratterizzavano l’organismo; non sono visibili invece i cirri che si rinvengono talvolta in posizione anale.
A lato un’immagine delle mandibole (jaws) impronte e controimpronta che si possono osservare nell’individuo. Le dimensioni sono di ~5mm in lunghezza.

Sito di provenienza: Pit 11

Esconites_zelus

Questo polichete possiede un grande numero di segmenti, da 28 sino ad 80, setole. Gli esemplari meglio conservati possiedono visibili lunghe antenne. Le mandobole possiedono un notevole sviluppo e nell’esemplare rappresentato sono poco visibili (mal conservate).
Nell’immagine ingrandita a destra si possono riconoscere le setae nella parte destra dell’individuo.

Sito di provenienza Pit n°11, Braidwood

Tipo: Anellida
Classe: Polychaeta
Ordine: Eunicida
Famiglia: Eunicidae
Genere: Esconites
Esconites zelus?

Dimensioni nodulo: 6 x 4cm

Esconites_zelus2
Raphidiophorus hystrix
Raphidiophorus hystrix setole

Tipo: Anellida
Classe: Polychaeta
Ordine: Phyllodocemorpha
Famiglia: Polynoidae
Genere: Hystriciola
Hystriciola delicatula

Dimensioni nodulo: 3.8 x 3.6cm

Corpo cilindrico, ovato , di lunghezza variabile tra i 10 ed i 35mm, composto da 9-16 segmenti e coperto di setole sensoriali e probabilmente natatorie. Queste si sviluppano maggiormente nella parte posteriore dell’individuo. Nella foto a destra si nota la struttura fine delle sete che caratterizzano questa specie
Si ipotizza che R. hystrix appartenesse all’epifauna e probabilmente conducesse anche vita pelagica; gli attuali Amphinomidi sono carnivori, sono tipicamente forme dell’epifauna.

setae

 

L’inmmagine acquisita con camera CCD in cui si osserva la fine struttura delle setae associate ad un parapodia .

Worm_1

Tipo: Anellida
Classe: Polychaeta
Ordine: Phyllodocemorpha
Famiglia: Nephtyidae
Genere: Didontogaster ?
Didontogaster cordylina ?

Dimensioni nodulo: 3 x 4cm
Provenienza: Pit n°.11

Bell’esemplare di color rosso con  antenne conservate e segmenti mediani (parapodia?) piu’ sviluppati. Non sono certo dell’appartenenza al genere Didontogaster.

Worm_2

coprinoscolex

Tipo: Echiura
Genere: Coprinoscolex
Coprinoscolex ellogimus

Dimensioni nodulo: 6.3 x 4.8cm

Coprinoscolex appartiene ad un oscuro gruppo del phylum degli Echiura (dal greco Echis, simile ad un serpente), ristretto gruppo di vermi non segmentati ed a morfologia bilaterale. Tutti presentano uno stile di vita bentonico, detritivori. Il corpo è caratterizzato da un tronco voluminoso, cilindrico ed una proboscide che in situazioni di disturbo puo' perdere (un po come le code delle lucertole...). In Coprinoscolex non sono state osservate presenza di setae, l'apparato digerente é spesso visibile (convoluto) e la parte inferiore puo' contenere numerosi fecal pellets di aspetto simile ad un grano di riso. aventi lunghezza di circa 2mm.

coprinoscolex_zoom

Un'eventuale presenza di segmenti é dovuta alla probabile contrazione dell'animale in conseguenza del brusco seppellimento.
Risulta essere una specie comune nella fauna di Mazon Creek.


Belotelson

Tipo: Arthropoda
Sottotipo: Crustacea
Classe: Malacostraca  Sottoclasse: Hoplocarida
Famiglia: Belotelsonidae
Ordine: Belotelsonidea
Lobetelson mclaughlinae

Questo esemplare appartiene ad un gruppo estinto imparentato con l'ordine delle aragoste, sviluppatosi durante il Carbonifero, l'America del Nord e l' Europa. Le antenne,  antennule ed le zampe sono riconoscibili abbastanza facilmente in questo esemplare. Questa specie in quanto a frequenza in numero di crostacei é la seconda nel Essex biota.

Lunghezza: 6cm

  Tipo: Arthropoda
Sottotipo: Crustacea
Classe: Malacostraca
Sottoclasse: Hoplocarida
Ordine: Aeschronectida
Kallidechtes richardsoni

Dimensioni: 4cm di lunghezza

Kallidechthes richardsoni
Belotelson_sp202

Tipo: Arthropoda
Sottotipo: Crustacea
Classe: Malacostraca
Sottoclasse: Hoplocarida
Famiglia: Belotelsonidae
Ordine: Belotelsonidea
Belotelson magister

Dimensione nodulo maggiore: 7cm

Questo esemplare appartiene ad un genere che presenta una radiazione interamente estinta dei crostacei, aventi come unico parente più prossimo i gamberi mantide.
Lunghezza: 6cm

Tipo: Arthropoda
Sottotipo: Crustacea
Classe: Malacostraca
Sottoclasse: Eumalacostraca
Ordine: Syncarica
Palaeocaris typus (?)

shrimp
shrimp2

Proveniente dal famoso pit 11, questo crostaceo le cui dimensioni  sono di 3.5cm, si rinviene con una certa frequenza nelle serie di Braidwood ed é piu’ raro nelle faune di Essex.
Sono ben visibili le lunghe antenne, le mandibole sono assai sviluppate ed il rapporto cefalo-torace é di circa 1:4. Apparato caudale a ventaglio, ben definito.

limulo

Tipo: Arthropoda
Sottotipo: Cheliceriformes
Classe: Chelicherata
Sottoclasse: Merostomata
Ordine: Xiphosura
Genere: Liomesaspis ?

Dimensione: 6cm x 4cm

limulo_zoom

Attualmente solo il lagerstätten di Solnhofen (Germania) e Mazon Creek hanno fornito un certo numero di esemplari di Xiphosuri (gli attuali Limuli). Nell’esemplare é conservato solo il prosoma, cioé la parte cefalo-toracica dell’organismo, manca comunque la parte toracica segmentata ed il telson, una sorta di lunga spina che assai raramente si rinviene fossilizzata.
Non saprei associare con certezza questo esemplare ad un genere preciso, anche per le poche caratteristiche morfologiche osservabili; potrebbe appartenere al genere Liomesaspis laevi?.

cyclus americanus

Tipo: Arthropoda
Sottotipo: Crustacea
Classe: Maxillipoda
Sottoclasse: Halicyna
Ordine: Cycloidea
Famiglia: Cyclidae
Cyclus americanus

Dimensioni: 1.5cm

cyclus_drawing

Ricostruzione di Cyclus americanus

cyclus americanus nodulo

Le caratteristiche tassonomiche del genere Cyclus sono state oggetto di dibattito per lungo tempo; sono stati considerati con crostacei, trilobiti agnostidi o chelicherati: oggigiorno sono classificati come una forma specializzata di maxillopodi, affiliati probabilmente al gruppo dei Copepodi. Inizialmente si supponeva che avessero uno stile di vita simile ai crostacei parassiti, mentre attualmente si ritiene che occupassero nicchie ecologiche analoghe ai granchi attuali.
Il carapace é ovale con lunghe antennule (ben conservate nell’esemplare della foto), con tipica cresta circolare, visibile nella parte sinistra sotto l’antennula. Una coppia di peduncoli ben sviluppati appaiono nella parte inferiore dell’esemplare.
Questo esemplare proviene dal pit 11.


essexella

Regno: Metazoa
Tipo: Cnidaria
Classe: Scyphozoa
Ordine: Rhizostomatida
Genere: Essexella
Essexella asherae

Dimensione: 6cm x 4cm

Essexella, é una medusa. I primi collezionisti scartarono queste forme considerandole come semplici "blobs". Ora sono riconosciute come esemplari di medusa caratterizzata da una sorta di "cappuccio" posto sopra i tentacoli, forma che rende la silouette nel suo complesso  rettangolare. La dimensione raggiunta da questi esemplari è di circa 15 centimetri di lunghezza.

Octomedusa

Regno: Metazoa
Tipo: Cnidaria
Classe: Scyphozoa
Ordine: Coronatida
Genere: Octomedusa
Octomedusa pieckorum

Le dimensioni sono di 1.5cm di diametro per la medusa e 3.5 x 3cm per il nodulo

Il fossile qui rappresentato appartiene ad una piccola medusa, nota come Octomedusa pieckorum (dagli scopritori Helen e Ted Pecko). Il suo nome deriva dal fatto che possiede otto tentacoli che appaiono sia sotto forma di tubercoli allungati, che come tentacoli di lunghezza pari al diametro del cappello.
Negli esemplari meglio conservati, nella parte centrale é visibile una struttura rettangolare che presumibilmente corrispondeva all'apparato boccale dell'animale.
Questo esemplare proviene dal famoso Pit 11 e piu' precisamente dalla JellyFish Hill, collinetta che ha dato alla luce numerosi esemplari di meduse.

Carbondale Formation
Pit n°11, Peabody Coal Co., Kankakee County, Illinois

Regno: Metazoa
Tipo: Cnidaria
Classe: Scyphozoa
Sottoclasse: Scyphomedusae
Ordine: Rhizostomatida
Genere: Reticulomedusa
Reticulomedusa greenei

Le dimensioni sono 6.5 x 5.5 per il nodulo

Provenienza: Chowder Flats, west Morris

reticulomedusa02

Reticulomedusa possiede una forma subcircolare con un limbo posto sul bordo della campana in posizione asimmetrica e bordo leggermente ondulato. La parte centrale, in rilevo nella foto a destra, é concava; la superficie dell’esemplare é ricoperta da fini solchi formanti un reticolo caratteristico. Foster (1979) interpreto’ queste strutture come il sistema  gastrovascolare analogo a quello dei moderni Rizostomatida. R. greenei é stato rinvenuto assai raramente nei depositi di Mazon Creek.

MAZON CREEK 2 >>

MAZON CREEK 3 (vegetali) >>